I vantaggi di un’organizzazione certificata ISO 9001: 2008

Un’organizzazione viene definita come “Insieme di persone e di mezzi, con definite responsabilità, autorità ed interrelazioni”.

Quando una organizzazione sanitaria adotta un Sistema di Gestione per la Qualità in conformità ai requisiti della norma internazionale di riferimento UNIEN IS0 9001: 2008, significa per questa mettere al centro delle proprie attenzioni le esigenze dei pazienti, trasformarle in obiettivi raggiungibili, verificarne il raggiungimento per migliorare continuamente la qualità delle prestazioni anche attraverso un efficace sistema di rilevazione degli aspetti da migliorare, nell’interesse dei pazienti e di tutte le altre parti interessante. Tale approccio è coerente con il valore di riferimento fondante dell’ammalato, dal quale discendono valori, obiettivi, azioni e comportamenti.

Una certificazione accreditata rappresenta una via trasparente per dimostrare eccellenza e miglioramento continuo a livello internazionale e toglie spazio ad ogni forma di autorefenzialità che nel lungo periodo riduce le spinte al cambiamento e al miglioramento.

Una attività di monitoraggio consente ad una organizzazione certificata di raccogliere evidenze oggettive che consentano di valutare la bontà e maturità dei processi attuati al suo interno e di identificare possibili aree di miglioramento.
I vantaggi di un percorso di certificazione sono molteplici. Esso contribuisce a:
– Recuperare la capacità di vedere e valutare i servizi offerti con gli occhi del Paziente.
– Evidenziare i punti di forza e di debolezza dell’organizzazione.
– Favorire un maggior coinvolgimento del personale attraverso il lavoro di gruppo e la condivisione di obiettivi comuni di miglioramento.
– Migliorare la comunicazione fra i vari professionisti.
– Effettuare la mappatura dei processi primari e trasversali e delle loro interazioni per un maggior controllo degli stessi.
– Introdurre nuovi sistemi di monitoraggio dei processi aziendali oltre al miglioramento di quelli esistenti (la gestione dei farmaci, la gestione della documentazione sanitaria, la gestione delle tecnologie, ecc).
– Facilitare la gestione del rischio clinico e fornire nuovi impulsi.
– Dare evidenza e valorizzare il lavoro di tutto il personale.
– Rivalutare l’attività formativa non più considerata “dispensatrice di crediti” formativi bensì valido strumento per garantire il cambiamento.

                                                                                       Angelo De Giglio  (Esperto in qualità e certificatore ISO 9001)

0
  Altri articoli